Coronavirus: in isolamento gli sbandieratori di Levanto, avevano partecipato a un evento a Codogno

Genova – 36 giovani sbandieratori del “Gruppo storico borgo e valle città di Levanto”, insieme a 8 accompagnatori residenti sempre nell’area di Levanto, il 16 febbraio scorso hanno partecipato a una manifestazione per il carnevale di Codogno, area geografica che ha rilevato alcuni casi confermati di nuovo coronavirus e dove, insieme a Casalpusterlengo e Castiglione d’Adda, i treni non fanno più fermate da stamattina.
L’allarme è scattato perché tutti i contagiati lombardi hanno avuto contatti con il pronto soccorso di Codogno. Così l’assessore lombardo al welfare, Giulio Gallera, in conferenza stampa: “Abbiamo la conferma che l’area del Basso Lodigiano è oggi centro di un focolaio, possiamo dirlo in maniera certa”.

In accordo con la task force ligure diretta da Alisa, i soggetti interessati sono stati invitati, a titolo prudenziale, a rimanere in isolamento fiduciario volontario al domicilio per i prossimi giorni. Le persone al domicilio, saranno quindi prese in carico dal Dipartimento di prevenzione della propria Asl.