Coronavirus, paura virale: 132 contagiati confermati dalla Protezione Civile. Ancora ignoto il paziente zero

Roma – È di questa mattina alle 12e30 l’ultimo aggiornamento della Protezione Civile sul Covid-19.
A fare il punto della situazione legata ai focolai di coronavirus nel nostro Paese è stato Angelo Borrelli  che ha confermato i casi: “Complessivamente sono 132 le persone che sono state trovate positive al coronavirus. Di queste due sono decedute, e c’è poi il ricercatore italiano tornato da Wuhan che è guarito. Questa la distribuzione regionale: 88 casi in Lombardia, 24 in Veneto, 6 in Piemonte, 9 in Emilia Romagna e 2 nel Lazio (la coppia di turisti cinesi). Il totale delle persone che sono quindi attualmente sotto osservazione sono 129. Di queste sono 54 ricoverate in ospedale con sintomi, 26 in terapia intensiva e 22 in isolamento domiciliare. Questi i dati che abbiamo censito nelle ultime ore”.

Quanto alle misure per fronteggiare un’eventuale emergenza, ha proseguito il Capo della Protezione Civile, “sono oltre 3000 i tamponi eseguiti. Al momento sono già disponibili migliaia di posti letto in decine di strutture militari in Italia nel caso fosse necessario mettere i cittadini in quarantena. L’Esercito ha messo ha disposizione 3.412 posti letto in oltre mille camere, mentre l’Aeronautica ne ha dati circa 1.750. Abbiamo fatto inoltre una ricognizione con le regioni per gli alberghi e siamo pronti ad utilizzarli”.

Nessuna traccia, invece, del paziente zero: “Non siamo ancora riusciti a trovarlo. È dunque ancora difficile formulare ipotesi sulla diffusione”, ha concluso Borrelli.

CONDIVIDI