Coronavirus, USB chiede un incontro urgente a Toti e Bucci: “Garantire la salute dei lavoratori ed evitare ricadute salariali e occupazionali”

Genova – L’ordinanza emessa dalla Regione Liguria per scongiurare il contagio da Coronavirus, ha predisposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado fino al 1° marzo 2020. In allarme per le eventuali ricadute sull’occupazione, l’organizzazione sindacale USB chiede che venga garantito per gli operatori dei servizi educativi che lavorano nelle scuole a sostegno degli alunni disabili, il pagamento integrale delle ore eventualmente perse a seguito dell’applicazione dell’ordinanza.
Per quanto riguarda i dipendenti dell’amministrazione comunale e della Città Metropolitana, USB chiede che siano garantite la salute e la sicurezza dei dipendenti, di tutte le aziende partecipate e controllate nonché dei dipendenti degli appalti con particolare riferimento a quelli maggiormente esposti al contatto con l’utenza.
In attesa che il Presidente Toti e il Sindaco Bucci fissino un incontro con le organizzazioni sindacali, USB precisa che chiederà conto delle misure che verranno adottate per fronteggiare eventuali ricadute occupazionali e salariali e quali provvedimenti per garantire la funzionalità dei servizi essenziali in base all’evolversi della situazione.

CONDIVIDI