Animali d’affezione e padroni insieme anche nella tomba: oggi primo ok della Commissione Salute di Regione Liguria

TUMULAZIONE ANIMALI D’AFFEZIONE, TOSI (M5S): “OGGI, IN II COMMISSIONE, PASSATA ALL’UNANIMITÀ LA MIA PROPOSTA DI LEGGE. DIAMO COSÌ IL VIA A UN ITER DI GRANDE CIVILTÀ E DI SENSIBILITÀ

GenovaSupera il primo step in Commissione “Salute e Sicurezza sociale” la proposta di legge regionale sulla tumulazione degli animali d’affezione insieme al padrone.
Lo annuncia oggi in una nota il promotore pentastellato, Fabio Tosi: “La necessità di dotare la Regione Liguria di questo strumento, è emersa studiando la precedente legge (l.r. 25/2015) che aveva istituito i cimiteri per gli animali, disciplinando dunque su scala ligure la creazione di apposite aree cimiteriali dedicate alla loro sepoltura, ma la realizzazione e gestione di queste strutture è rimasta purtroppo lettera morta, avendo i Comuni altre priorità. La soluzione dunque è questa: permettere, a chi lo desidera, di tumulare le ceneri del proprio ‘amico’ nel loculo di famiglia“, afferma Tosi.

“Un animale d’affezione è fonte indiscussa di effetti positivi, soprattutto nelle cosiddette fasce deboli come gli anziani, per i quali un animale da compagnia ha la capacità di riaccendere l’interesse verso la vita e verso gli altri. Si crea un rapporto profondo, di affetto incondizionato”,  continua il consigliere M5S che poi conclude: “Oggi, abbiamo dato prova di buona politica: approvare questa proposta di legge è stato un gesto di grande civiltà e di sensibilità. Ora non resta che il passaggio in Consiglio regionale: confido che sarà positivo”.

La prima regione ad approvare una norma simile è stata la Lombardia, un anno fa, ma il Governo ha impugnato il provvedimento perché avrebbe  “invaso la competenza statale su ordinamento civile e stato civile e anagrafi, in violazione della Costituzione”.