Rifiuti, sequestrata la discarica comunale di Lamezia Terme: gestita in violazione dell’AIA

Catanzaro – I Carabinieri del NOE di Catanzaro, coadiuvati dai militari del Gruppo Carabinieri di Lamezia Terme, hanno dato esecuzione ieri a un decreto di sequestro preventivo della discarica Comunale di Lamezia Terme, in località Stretto, che si estende su una superficie complessiva di 30.000 metri quadri, con una capacità complessiva di 551.000 metri cubi, gestita dalla società Lamezia Multiservizi SpA.

Gli uomini del NOE, nel corso delle indagini, hanno accertato, inoltre, che la discarica veniva gestita in violazione alle prescrizioni contenute nell’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) rilasciata dalla regione Calabria.

Tre le persone denunciate, ritenute responsabili in concorso del reato di “gestione non autorizzata di rifiuti”.
Il valore complessivo del sequestro ammonta a circa 2 milioni di euro e completa quello dell’agosto 2019, quando i militari del NOE avevano posto sotto sequestro preventivo i primi 7.600 metri quadri della discarica.

Leggi anche

https://fivedabliu.it/2020/02/18/parco-del-gargano-progettavano-la-costruzione-di-un-bb-sui-rifiuti-tossici-6-arresti/

CONDIVIDI