“Niente TIR a Bombrini”? A dispetto delle dichiarazioni di Spinelli continuano i lavori in Sala Rossa

Genova“Annullo le disdette ai più grandi sindacati di traporto in modo che qui possano continuare a stare 120 camion“.
Sono queste le parole shock pronunciate da Aldo Spinelli, poche ore fa durante un’intervista in TV, per stemperare gli animi dei corniglianesi che ormai da giorni battagliano contro il trasferimento del parcheggio degli autotrasportatori a villa Bombrini.
Domani mattina propongo a Bucci aree alternative per i 50 camion che non potranno più stare qui e in prospettiva anche per l’autoparco definitivo”, ha continuato l’imprenditore genovese che con la holding di famiglia, la Spininvest Srl, gestisce proprio le aree di Campi che andrebbero liberate per far posto al capannone Amazon.

Dichiarazioni che si scontrano con quanto sta succedendo in Consiglio Comunale, dove la delibera sul “Trasferimento temporaneo di un parcheggio per camion nei settori 3 e 4 del distretto di trasformazione 11 nei pressi di villa Bombrini” resta in discussione nonostante la richiesta di sospensiva del gruppo consiliare del PD, richiesta respinta dall’aula con 14 voti a favore (Italia viva, Pd, Lista Crivello, Chiamami Genova, M5s, e Ubaldo Santi del Gruppo misto), e 23 contrari (Lega Salvini Premier, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Direzione Italia, FI, Cambiamo).

Leggi anche:

Autoparco a Cornigliano: incalza il confronto in Sala Rossa ma il Sindaco potrebbe avere un asso nella manica