Coronavirus, accordo AMT e sindacati sulle misure di prevenzione per il personale. Sospesa la vendita dei biglietti a bordo

Genova – Si sono incontrati oggi, per esaminare le disposizioni normative sul Coronavirus emanate nella serata di ieri con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, AMT Spa e le Organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna.
L’azienda ha inizialmente informato le Organizzazioni sindacali in merito all’applicazione e al monitoraggio delle misure quali la pulizia/sanificazione/disinfezione di locali e mezzi, la dotazione di materiali igienizzanti nei servizi igienici, la fornitura di idonei kit personali ai dipendenti più esposti, il reperimento sul mercato di prodotti idonei alla disinfezione già previste dopo gli incontri dei giorni scorsi con le organizzazioni sindacali.
Rispetto a quanto già concordato e alla luce del contenuto dell’ultimo decreto emanato, azienda e rappresentanti dei lavoratori  hanno ritenuto opportuno concordare che i corsi di formazione in atto e previsti nelle prossime settimane vengono temporaneamente sospesi.
In relazione alla temporanea chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, il periodo di preavviso per la richiesta di “congedo parentale” è ridotto a 3 giorni.
I dipendenti che si trovano nella necessità di assistere figli in età scolare (solo scuola dell’obbligo) e per motivi di servizio non ottengono la concessione di giorni di ferie, oppure non hanno a disposizione ferie o congedi parentali, possono usufruire di singole giornate di “permesso straordinario non retribuito” comunicando l’assenza con anticipo di almeno 24 ore.
Per agevolare lo Smart Working, l’azienda provvederà ad attivare modalità di lavoro agile, applicato anche con messa a disposizione da parte del singolo di dotazioni informatiche proprie, previa verifica degli standard di sicurezza dei dati.
Le giornate di malattia non verranno considerate ai fini del calcolo del “Comporto per malattia” nel caso in cui il dipendente si trovi in ricovero ospedaliero per Coronavirus, oppure in quarantena o che sia affetto da patologie croniche o con stati di immunodepressione congenita o acquisita, o che si trovi già in malattia grave. Al fine di incrementare il livello di protezione del personale addetto alla conduzione bus, l’azienda provvederà a consentire la salita/discesa dei passeggeri esclusivamente dalla/e porta/e centrale e/o posteriore. La porta anteriore resta ad esclusivo utilizzo dell’autista e verrà collocata idonea misura di divisione con lo spazio dedicato ai passeggeri.
La vendita dei titoli a bordo viene temporaneamente sospesa.