#iorestoacasa: l’appello degli artisti contro il Coronavirus. Su #Fivedabliu il brano inedito di Giuliano Sangiorgi

Dopo le ultime norme antivirus e le fughe di massa, i protagonisti della musica, del cinema e dello spettacolo hanno lanciato una campagna sui social network per dire #iorestoacasa. Un’iniziativa che è piaciuta subito al MiBACT, il Ministero dei beni culturali, e a quello della Salute.

Un invito rivolto soprattutto ai ragazzi, che potrebbero avere atteggiamenti più imprudenti, a tutela della salute di tutta la popolazione.
Il cantante dei Negramaro Giuliano Sangiorgi, ne ha fatto un brano inedito postato su Instagram e composto proprio dopo aver visto le immagini di tutte quelle persone che sabato sera scappavano da Milano e assalivano i treni: “E intanto noi restiamo a casa, così… In quel cassetto ho molti libri e un bel film. Facciamo finta che là fuori piove e che quel sole tarda ad arrivare. Ma è solo tempo da rispettare. Che ne dici, potremmo fare l’amore?”.

“Stiamo a casa il tempo necessario perché questa crisi si risolva, ascoltiamo gli esperti, seguiamo le direttive – esorta Jovanotti in un video -. Non c’è scuola non perché è vacanza ma perché c’è un’emergenza che riguarda tutti. Dobbiamo fermare il contagio, ognuno faccia la sua parte, non possiamo mandare in crisi il sistema sanitario, stiamo a casa”.

“Visto il periodo perché non restiamo un po’ a casa, tutti a casa? Potete giocare a Monopoli, Risiko e al Karaoke. Evitiamo di uscire in questo periodo, si sta tanto bene sul divano”: è l’appello di Fiorello. Che si aggiunge a quello di Chiara Ferragni: “Non facciamo cose stupide, sacrifichiamoci un attimo. Se ci affidiamo alle precauzioni che ci sono state date, come lavarsi spesso le mani ma soprattutto evitare l’assembramento di persone, questa epidemia avrà una vita molto più breve. Niente panico, stiamo uniti, usate il cervello”.

Tra gli artisti che si sono mobilitati per incoraggiare gli italiani a proteggersi e proteggere gli altri dal contagio del nuovo Coronavirus anche Tiziano Ferro, Maria Grazia Cucinotta, Ligabue, Paolo Sorrentino, Antonella Clerici, Paola Turci, i Pinguini Tattici Nucleari, Barbara Foria. E poi Amadeus, Carlo Conte e Mara Venier. 

CONDIVIDI