Coronavirus, USB: la Regione faccia un piano urgente di assunzioni

SANITA’ E CORONAVIRUS: USB RICHIEDE ALLA REGIONE UN PIANO URGENTE DI ASSUNZIONI E SICUREZZA PER OPERATORI SANITARI

La cronica carenza di personale nelle strutture sanitarie, la politica di tagli lineari alla sanità pubblica e la superficialità con cui è stata trattata la sicurezza sul lavoro stanno oggi emergendo in tutta la sua gravità. Temiamo che l’immediato futuro possa essere drammatico.
Per questo, abbiamo predisposto una richiesta urgente al Presidente Toti e all’Assessore Viale affinchè, si provveda immediatamente ad un piano straordinario ed urgente di assunzioni nella sanità ligure, da realizzarsi inizialmente usando gli strumenti normativi presenti nella Legge di Bilancio ed attivabili già dallo scorso 1 gennaio.
Quotidianamente stiamo assistendo a numerosi annunci da parte della Regione ma la realtà quotidiana ci riporta a personale sanitario stremato, a carenza di adeguati e sufficienti Dispositivi di Protezione Individuale ed a mancanza di serie informative e disposizioni che permettano agli operatori sanitari di lavorare in maniera adeguata.
Non si può continuare a risparmiare sulla salute degli operatori e di conseguenza dei cittadini soprattutto vista la situazione emergenziale. La situazione attuale, figlia di decenni di tagli al sistema sanitario pubblico, di privatizzazioni e di processi di precarizzazione dei lavoratori, deve far ripensare e modificare radicalmente le politiche con cui si è governata la sanità, secondo logiche di compatibilità economica e mai come elemento essenziale di tutela della Salute, bene primario individuale e collettivo.
Il Coronavirus ne rende evidenti i limiti e necessario un cambiamento radicale e un’accelerazione i tal senso, a partire dalle assunzioni di personale e all’acquisto di strumenti necessari.

CONDIVIDI