Ospedali “Covid-19” e ospedali “no Covid”: ecco come l’ASL2 savonese si è organizzata per l’emergenza

COVID -19: ASL 2 RIORGANIZZA STRUTTURE E REPARTI  PER AFFRONTARE L’EMERGENZA CORONAVIRUS

Savona“Per la riorganizzazione di Strutture e Reparti per fronteggiare al meglio l’emergenza Coronavirus, abbiamo classificato gli ospedali in due categorie: gli ospedali “Covid-19”, che sono il S.Paolo di Savona e il S.M. di Misericordia di Albenga,  e gli ospedali “No Covid”, cioè il S.Corona di Pietra Ligure e il S. Giuseppe di Cairo”.
Lo fa sapere Paolo Cavagnaro, commissario Straordinario della ASL2 savonese che precisa: “L’Ospedale di Albenga oggi è totalmente dedicato all’emergenza Coronavirus; qui vengono trattati  sia i casi sospetti che quelli accertati. Al S. Paolo di Savona, invece,  oltre al trattamento del Covid prosegue l’assistenza e la cura dei pazienti con altre patologie ricoverati nei vari reparti, ma separando le due attività in maniera rigorosa”.

Tutte le attività che non vengono al momento più effettuate negli “ospedali Covid” saranno convogliate negli altri ospedali che dovranno gestire anche le urgenze di tipo ortopedico/ traumatologico, vascolare, neurologico, che i primi non riescono a smaltire.

“Scendendo nel dettaglio – continua Cavagnaro -,  al S. Paolo di Savona sono state organizzate una Zona Rossa, dedicata ai casi più gravi dotata di 7 posti letto presso la Rianimazione, una zona Arancione con 14 posti letto presso il Reparto di Malattie infettive  ed una Zona Gialla con 13 posti letto presso l’ex Neurologia, dedicata ai pazienti in attesa di accertamenti diagnostici e dell’esito del tampone. Al S.M. Misericordia di Albenga invece la zona Rossa della Rianimazione conta attualmente 4 posti letto (più altri 4 in fase di allestimento);  la zona Arancione allestita presso il reparto di Malattie infettive ha una disponibilità di 16 posti letto; l’area gialla 15 posti. I responsabili delle due aree gialle sono i primari delle Malattie infettive dei due nosocomi, Marco Anselmo per Savona e Giovanni Riccio per Albenga”.

In entrambi i nosocomi si sta comunque lavorando per implementare ancora la disponibilità di posti dedicati ai casi Covid-19 per rispondere ad eventuali nuove necessità  dei prossimi giorni.

Quanto ai dati sui ricoveri, gli ultimi report contano 18 casi al S. Paolo e 14 ad Albenga.  

Leggi anche:

Coronavirus, possibile afflusso massiccio ai PS: allestite tende pre-triage negli ospedali di Imperia, Bordighera e San Remo