Coronavirus, Afragola: barbiere abusivo continuava a esercitare a serrande chiuse

Napoli – Il Gruppo della Guardia di Finanza di Frattamaggiore, nell’ambito dei controlli finalizzati a verificare l’osservanza dei divieti connessi all’emergenza sanitaria Covid-19, ha scoperto, ad Afragola, un ventenne che, incurante dei provvedimenti restrittivi sugli spostamenti esercitava abusivamente, a saracinesche abbassate, l’attività di parrucchiere. In particolare, le Fiamme Gialle, al momento dell’accesso, oltre a riscontrare la presenza di un cliente all’interno dei locali, hanno verificato la contestuale assenza dei requisiti igienico-sanitari e di ogni autorizzazione all’esercizio dell’attività.

Al termine, sia il parrucchiere abusivo che il cliente sono stati denunciati per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità; il titolare dell’attività abusiva è stato inoltre denunciato anche per le violazioni previste dalla normativa in materia ambientale, igienico– sanitaria e di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Naturalmente il problema è serio e i controlli andrebbero fatti a tappeto in tutte le città. In questo caso la Guardia di Finanza ha fatto chiudere un parrucchiere che probabilmente ha, come unico mezzo di sostentamento la sua piccola attività. Purtroppo però il rischio di contagio è talmente alto che non si può rischiare di aggravare ulteriormente la situazione.