Torino, maltrattamenti in famiglia e isolamento forzato: donna ferita a una mano dal marito

Arrestato per maltrattamenti in famiglia

Torino – Nel tardo pomeriggio di lunedì, gli agenti della Squadra Volante intervengono in un’abitazione del quartiere Vanchiglia, a seguito della telefonata di una donna che riferisce del ferimento della madre a seguito della lite con l’altro genitore. Sul posto, ad attendere gli agenti sull’uscio della porta c’è la vittima: turbata, il lacrime e con una mano sanguinante. La donna racconta che la ferita gli è stata provocata, nel tentativo di ripararsi, da lancio di un bicchiere del marito al suo indirizzo. Dalle testimonianze emerge un quadro nel quale spesso le discussioni degenerano in provocazioni, offese e umiliazioni da parte dell’uomo nei confronti della consorte e talvolta anche della figlia. Agli insulti e alle vessazioni in più circostanze nel tempo erano seguite anche aggressioni fisiche. Alla luce dei fatti, gli agenti della Squadra Volante hanno arrestato l’uomo, un cittadino marocchino di 58 anni.

Ti potrebbe interessare anche:

https://fivedabliu.it/2020/03/24/violenza-sulle-donne-lisolamento-forzato-e-il-sogno-del-marito-carnefice/

CONDIVIDI