Giuseppe Conte, attacca Salvini e Meloni: le falsità fanno male all’Italia

“Proroghiamo le misure restrittive fino al 3 maggio, una decisione difficile ma necessaria di cui mi assumo tutte le responsabilità politiche”.

Così il premier Giuseppe Conte  a Palazzo Chigi durante la conferenza stampa in cui ha annunciato il nuovo dpcm. Nel sottolineare che il primo pensiero è la salute dei cittadini ha aggiunto “Non possiamo vanificare gli sforzi sin qui fatti, si rischierebbe un aumento dei decessi e delle vittime”.  Dal 14 aprile apriranno cartolibrerie e librerie e anche negozi per neonati e bambini, e taglio boschi. Ma non ha escluso che si possa allargare la platea delle aziende che potranno gradatamente riprendere le attività qualora si verificassero dei miglioramenti nell’andamento dell’emergenza sanitaria.
Ma un passo importante riguarda la costituzione di una task force, formata da sociologi, giuristi, economisti che avvierà la fase 2 per far ripartire l’economia, anche se c’è la consapevolezza che la sicurezza sui posto di lavoro sarà uno dei pilastri su cui si baserà la ripartenza, perché “non possiamo aspettare che il virus sparisca dal nostro territorio”. Capo di questa task force sarà Vittorio Colao, ex amministratore delegato di Vodafone.

Naturalmente non poteva mancare una parte del discorso dedicata al MES sul quale Conte ha ribadito di non aver cambiato posizione. Ha poi sottolineato che false dichiarazioni di Giorgia Meloni e Matteo Salvini sulla posizione del governo su MES non fanno e non faranno un danno al Premier ma di certo nuoceranno all’Italia.
“L’Italia non ha firmato alcuna attivazione del MES, non ha bisogno del MES, perché l’Italia ritiene  il MES uno strumento totalmente inadatto per l’emergenza che stiamo vivendo”.
“Il MES esiste dal 2012 non è stato istituito ieri, non è stato approvato o attivato la scorsa notte, come falsamente e irresponsabilmente è stato dichiarato da Matteo Salvini e Giorgia Meloni”  E poi ancora: ” Le falsità, le menzogne, fanno male perché ci indeboliscono nella trattativa…quello che è successo stanotte, nelle scorse ore, quelle falsità che vengono dette, rischiano di indebolire non il Governo o il Premier Giuseppe Conte, ma l’intera Italia”.