Salini Impregilo cambia nome e diventa “Webuild”

Milano – Nel giorno dell’Assemblea straordinaria degli Azionisti che voterà oggi, Salini Impregilo cambia nome e diventa Webuild portando avanti un processo di crescita per la Società, soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte di Salini Costruttori S.p.A., realizzato nell’ambito di “Progetto Italia” anche grazie al supporto di CDP Equity S.p.A. – una holding di partecipazioni del Gruppo Cassa depositi e prestiti -, dei principali istituti finanziari del Paese (Unicredit, Intesa San Paolo, Banco Popolare BPM) e degli investitori che hanno creduto nel progetto.
Ricordiamo che “Progetto Italia”, è l’operazione di Salini Impregilo per riunire in un unico grande soggetto le maggiori società italiane attive nel settore delle infrastrutture.

Il Gruppo Webuild, risultante dal progetto di integrazione con Astaldi SpA, impiegherà circa 70.000 lavoratori diretti e indiretti a livello globale, che arrivano a circa 130.000 considerando l’intero indotto. Solo in Italia l’occupazione di Webuild post integrazione con Astaldi arriverà a contare 11.000 dipendenti diretti ed indiretti, con un totale di circa 25.000 persone occupate considerando l’intero indotto.

CONDIVIDI