Il gruppo regionale della Lega attacca il Governo Conte: “Regolarizzare 600mila migranti è pura follia. Prima i Liguri”

PIANA E SENAREGA (LEGA): “REGOLARIZZARE 600MILA MIGRANTI È PURA FOLLIA, PRIORITÀ IN QUESTO MOMENTO È AIUTARE I LIGURI E GLI ITALIANI”

Teresa Bellanova

Genova – È una proposta che ha fatto discutere l’appello della Ministra dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, a regolarizzare “600 mila migranti irregolari, spesso sfruttati come braccianti in modo inumano, che già lavorano in Italia alla mercé di quella criminalità che chiamiamo caporalato e che per me significa mafia”. Un intervento in Senato che ha raccolto il no senza appello anche degli esponenti liguri della Lega.
Così il presidente dell’Assemblea legislativa della Liguria e consigliere regionale Alessandro Piana e il capogruppo regionale Franco Senarega in una nota stampa di oggi: “Mentre loro progettano una maxi-sanatoria per 600.000 immigrati irregolari, Regione Liguria, prima in Italia, aiuta le nostre imprese con un pacchetto da 19 milioni di euro per far fronte alle difficoltà economiche dovute dall’emergenza coronavirus e all’aumento dei disoccupati sul territorio a causa dell’incapacità e dell’inerzia del Governo Conte.

Franco Senarega, Edoardo Rixi, Alessandro Piana

Regolarizzare 600.000 migranti – hanno aggiunto Piana e Senarega – è pura follia. Prima i liguri e gli italiani. Se ci sono persone pagate 10 euro al giorno è schiavitù, ma i 4 milioni di italiani disoccupati che diritti hanno? La priorità in questo momento è aiutare i liguri e gli Italiani a pagare mutuo, bollette, affitti e salvare le nostre imprese. Sicuramente non è progettare una sanatoria per centinaia di migliaia di migranti irregolari.
La Lega farà le barricate. Non permetteremo che con la scusa del coronavirus si consenta questa follia.
Come accaduto in altri Paesi, occorre che il Governo si impegni a dare liquidità alle aziende senza prevedere un indebitamento, semplificare, sburocratizzare, accorciare tempi, togliere vincoli e procedure interminabili, riformare profondamente la legislazione attuale.
Inoltre, ricordiamo che con porti aperti, regolarizzazione dei migranti, centinaia di sbarcati e ricercati per i controlli Covid-19, la situazione sta sfuggendo di mano. Non è questa l’idea della Liguria e dell’Italia che noi abbiamo in mente”.

Leggi anche:

https://fivedabliu.it/2020/04/14/san-ferdinando-baraccopoli-covid-19-pandemia-epidemia-braccianti-agricoli-piana-di-gioia-tauro/

CONDIVIDI