Furti, scippi e un maniaco esibizionista in Centro Storico: per la Municipale genovese non solo controlli Covid

GenovaFurto aggravato al Carrefour di corso Firenze il 30 aprile, scippo di un cellulare a una signora in via Garibaldi il 7 maggio. E ancora: un esibizionista che si mostrava nudo ai passanti del Centro Storico.

Sono alcune delle situazioni nelle quali è intervenuto il nucleo reati predatori della Polizia Locale in collaborazione con il nucleo centro storico. Un lavoro di collaborazione che ha portato ad assicurare  alla giustizia gli esecutori dei due reati e, grazie ad appostamenti in borghese e indagini durate due giorni, è stato segnalato e sanzionato per un importo di 10 mila euro l’uomo che si mostrava nudo ai passanti.

 Azioni coordinate e veloci che hanno portato nel giro di poche ore all’arresto dei responsabili di questi reati e anche alla  restituzione della refurtiva ai proprietari: chiavi ed effetti personali ai dipendenti e parte dei generi alimentari al direttore del supermercato.

“Si tratta di operazioni che testimoniano il grande impegno della Polizia Locale – afferma l’assessore alla Sicurezza, Polizia Locale, Immigrazione e Centro Storico, Stefano Garassinoche pur impegnata nei  controlli per il contenimento dell’emergenza Covid non ha mai allentato la sorveglianza del territorio. Anzi, proprio in questo momento così difficile sentiamo ancora di più l’impegno per  la sicurezza dei cittadini”. Un controllo del territorio che passa dal Centro Storico: ”Una delle zone della città dove abbiamo più criticità – sottolinea il comandante della Polizia, Gianluca Giuratoe dove la presenza e l’attività del Nucleo Centro Storico della Polizia Locale è molto importante”.

Leggi anche:

Beccato in flagrante mentre si apre l’accappatoio: denunciato maniaco di Castelletto

CONDIVIDI