Fase 2, anche la Liguria accelera sulle riaperture. Conte: “Dal 18 maggio via libera a bar, ristoranti, parrucchieri e centri estetici”

RIAPERTURE AL 18 MAGGIO: ATTESA PER OGGI L’ORDINANZA DI REGIONE LIGURIA

Bar, ristoranti, parrucchieri e centri estetici potranno alzare le saracinesche già il 18 maggio, cioè due settimane in anticipo rispetto alla tabella di marcia del post lockdown che in un primo momento aveva fissato la data all’uno giugno.
La conferma arriva dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e dal Ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia che precisano come la scelta sarà determinata dall’indice di contagio R0, cioè il numero di infezioni prodotte da una persona nell’arco del suo periodo infettivo, e dall’approvazione delle linee guida dell’INAIL.

Anche la Liguria è in pressing per la riapertura anticipata, così il Governatore Toti: “Stiamo lavorando con tutti i Governatori affinché dal 18 maggio il Paese possa davvero ripartire. Da quella data infatti riapriranno tutti i negozi, parrucchieri ed estetisti, bar e ristoranti e tutto il resto. In attesa di quella data oggi, come Regione Liguria, emaneremo un’ordinanza che consentirà a tutti di prepararsi al meglio per le aperture”.

Quindi, dopo un colloquio con il Ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, Toti ha aggiunto:  “Il Ministro mi ha confermato che è intenzione del Governo dare da quel momento piena autonomia ai territori circa le proprie scelte, ovviamente seguendo con attenzioni i dati dell’epidemia, per fortuna in costante calo. Lavoreremo per garantire la ripresa piena dell’economia insieme alla sicurezza dei lavoratori, auspicando che vengano diramate al più presto le linee guida dell’INAIL e che contengano regole attuabili, perché i 4 metri lineari tra i tavoli dei ristoranti che qualcuno ha anticipato come indiscrezione sarebbero inapplicabili per la maggior parte degli esercizi”.

CONDIVIDI