Assunzione Vigili del Fuoco precari: CUB chiede un incontro con il Ministro Lamorgese e dichiara lo sciopero nazionale

Il nodo della stabilizzazione dei discontinui nel Vigili del Fuoco viene da distante e non c’è mai stata la volontà di scioglierlo. Nonostante si siano, purtroppo, presentate molte occasioni che hanno dimostrato la necessità di investire in risorse umane e mezzi per sostenere corpo dei Vigili del Fuoco, nessun governo ha mai preso seriamente dei provvedimenti. E quando si rimane inascoltati per decenni non rimane che la soluzione dello sciopero inattesa delle solite promesse che non verranno mantenute.
Di seguito la nota di CUB che volentieri pubblichiamo.

“Oggetto: dichiarazione dello stato d’agitazione di categoria – volontà di promuovere lo sciopero nazionale della categoria Vigili del Fuoco precari- richiesta del tavolo di conciliazione ai sensi della Legge 146/90 e/o legge 83/2000 e successive modifiche. La scrivente Organizzazione Sindacale, dichiara lo stato di agitazione del personale precario del CNVVF e chiede l’attuazione della procedura di raffreddamento ai sensi della normativa in vigore; chiarisce di seguito le motivazioni della vertenza:

La situazione di grave carenza d’organico in cui versa il Comparto nazionale dei VVF e la scarsità di risorse stanziate negli ultimi due anni per l’assorbimento in pianta organica di tutto il personale precario dei VVF.
Il mancato riscontro alle numerose richieste della scrivente O.S. di stabilizzazione diretta e straordinaria di tutti i Vigili del Fuoco precari discontinui (allegato 1) anche in relazione alle numerose prese di posizione e di condanna della Commissione europea nel confronti dell’Italia per l’abuso di contratti a tempo determinato nella Pubblica amministrazione con particolare riferimento ai Vigili del Fuoco discontinui.

Tutto ciò premesso, in ragione di quanto sopra evidenziato, e di altro che ci riserveremo di esporre nella sede opportuna, dichiariamo lo stato di agitazione Nazionale del personale precario del CNVVF e chiediamo l’immediata applicazione della normativa vigente. In attesa di conoscere la data di convocazione del tavolo di conciliazione richiesto, si porgono distinti saluti”.

Per la segreteria nazionale CUB Pubblico Impiego Maria Teresa Turetta

Ti potrebbe interessare anche 

https://fivedabliu.it/2020/04/13/cub-pubblico-impiego-regolarizzare-i-vigili-del-fuoco-precari/

 

CONDIVIDI