Maltratta la moglie per 17 anni e poi la stalkerizza: scatta la sorveglianza speciale per un italiano tossicodipendente

Milano – Una donna vittima per 17 anni di maltrattamenti e stalking. Questi i motivi che hanno portato il Questore di Milano ad applicare la Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza nei confronti di un italiano di 48 anni, che, nonostante fosse stato già condannato nel 2018, ha continuato a picchiare la moglie così violentemente che, sottoposta alle cure mediche, le è stata asportata la milza. L’uomo, tossicodipendente, ha intrattenuto una relazione anche con la figlia della compagna, e dalla quale è nata una bambina.
In un’occasione, infastidito dal pianto della bambina, le ha coperto il viso con delle coperte per non udirla piangere e in un’altra occasione ancora ha segregato la donna e la figlia di soli tre anni all’interno di una stanza di circa 4 metri quadrati, per oltre due settimane.
Tutti questi elementi, dai quali emerge chiaramente una radicata propensione alla violenza, hanno consentito l’applicazione della misura di prevenzione che, oltre a consentire un maggiore controllo di questo criminale, gli proibisce di avvicinarsi a luoghi normalmente frequentati dalle sue vittime, dovendo mantenersi ad almeno 1 chilometro di distanza. Speriamo sia sufficiente.

Leggi anche:

https://fivedabliu.it/2020/03/24/violenza-sulle-donne-lisolamento-forzato-e-il-sogno-del-marito-carnefice/

CONDIVIDI