Traverso SIAP: “Una vergogna i test sierologici a pagamento per i poliziotti”. Viale: “Regione se ne farà carico, ma le accuse andavano rivolte al Governo”

Genova – Nella totale confusione sulle competenze per tamponi, mascherine, e protezioni individuali, è arrivata anche la polemica sui test sierologici a pagamento per le Forze dell’Ordine.
Una pagina della drammatica storia del Covid-19 che non si sarebbe neanche dovuta scrivere.
In questa continua campagna elettorale fatta di proclami e  conferenze stampa, spesso ci si è dimenticati di chi si occupa della sicurezza della comunità. Un’altra occasione persa da chi governa per fare una cosa ben fatta.

Roberto Traverso – SIAP

E stamattina, in una nota molto polemica, Roberto Traverso Dirigente nazionale del SIAP, ha comunicato che “durante una video conferenza ufficiale sulla valutazione del rischio Covid-19 per l’attività lavorativa inerente la Polizia di Frontiera di Genova, abbiamo appreso formalmente dall’Ufficio Sanitario della Polizia di Stato della provincia di Genova, che la presunta apertura dell’Assessore alla Sanità Ligure, annunciata circa 10 giorni fa dal Questore di Genova Ciarambino, sull’effettuazione dei test sierologici ai poliziotti e ai colleghi della Guardia di Finanza, si sarebbe concretizzata in una proposta di convenzione a pagamento. Come noto il Siap da oltre due mesi sta evidenziando l’abbandono della categoria sulla mancanza di un numero adeguati di tamponi faringei per la prevenzione Covid-19 e l’assoluto disinteresse sulla pianificazione di un efficace monitoraggio preventivo attraverso test sierologici affidabili. La ASL, ha proposto al Questore di Genova la cifra di 30€ per ogni test sierologico! Un altro schiaffo istituzionale subito dalla Polizia di Stato da chi governa la Regione Liguria”.

Sonia Viale

Non si è fatta attendere la risposta dell’Assessore alla Sanità, Sonia Viale, che alla fine ha confermato che  “la sanità ligure si farà carico delle spese per i test sierologici non solo per gli appartenenti alla Polizia di Stato ma anche alle Forze dell’Ordine e ai Vigili del Fuoco che operano sul nostro territorio. Certamente non lasceremo soli coloro che durante la fase più acuta della pandemia sono stati in prima linea, svolgendo servizi essenziali per la comunità. Spiace che alcuni sindacalisti abbiano rivolto alla sanità ligure accuse che evidentemente andavano rivolte al Governo e al Ministero dell’Interno che non provvede a farsi carico delle spese”.

fp

CONDIVIDI