Liguria, gli alberghi riaprono ma le prenotazioni sono poche

TURISMO IN LIGURIA: GLI  ALBERGHI RIAPRONO MA LE  PRENOTAZIONI SONO POCHE

Genova –  “Apriamo al buio, con sanificazioni, pulizie, macchinari, plexiglass divisori e distanze, ma poche prenotazioni”. Americo Pilati, presidente di Federalberghi Liguria spiega che gli hotel liguri stanno ripartendo, con il primo weekend dopo l’apertura dei confini regionali, e aspettano i turisti, anche se il futuro resta un punto interrogativo. E intanto nel ponente ligure, sta aumentando la domanda locale di case nell’immediato entroterra: genovesi e savonesi che scelgono la campagna preoccupati anche dal rischio di non trovare posto sulle spiagge. “Per gli alberghi le aperture saranno in tre fasi: sabato una piccola parte, forse il 10%, poi il 13 giugno una seconda tranche, ma la maggior parte delle strutture riaccenderà l’insegna il 20 giugno. Cioè quando, si spera, apriranno le frontiere estere”.
Le prenotazioni per l’estate 
sono poche, ma settembre sarà sicuramente meglio di luglio e agosto. Più ci sia allontana dal Covid-19 più crescerà la voglia di fare un po’ di vacanza.  Dal settore extralberghiero, dai bed & breakfast agli affittacamere, agli agriturismi arrivano timidi segnali di ripresa. “Qualche richiesta inizia ad arrivare, anche dai francesi – spiega Roberta Minutolo, presidente Aigo (Associazione italiana gestori ospitalità diffusa) Confesercenti della riviera di ponente.  E’ ancora presto per capire ma potrebbe esserci un risvolto positivo per il settore extralberghiero: ad esempio lo smart working si può fare dalle case vacanza”.
Le agenzie immobiliari raccontano ancora un altro aspetto. “La domanda sta arrivando ora, dopo la notizia della riapertura dei confini regionali – racconta Adriano Profumo, delegato al turismo della Fiaip Liguria- a giugno c’è stato un calo rispetto agli anni scorsi, molti hanno dirottato gli affitti su settembre”. Ma la vera novità è che, stando ai primi dati, nel Ponente è aumentata in modo esponenziale la richiesta di case per l’estate nell’immediato entroterra.

CONDIVIDI