Fiumicino: arrestati due poliziotti di frontiera che favorivano traffici illeciti di denaro e diamanti

Un cittadino siriano e due poliziotti, tratti in arresto dalla Polizia di Stato in esecuzione di Ordinanza di custodia cautelare in carcere per corruzione. Un cittadino messicano sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora e di accesso nel territorio del Comune di Roma

Roma – Nella mattinata odierna gli agenti della Squadra Mobile, in collaborazione con gli agenti della 5^ Zona Polizia di Frontiera Lazio, hanno tratto in arresto, sottoponendoli alla misura degli arresti domiciliari, un cittadino siriano, accusato di falso per la successiva regolarizzazione di cittadini stranieri, e due fratelli, entrambi appartenenti alla Polizia di Stato in servizio presso l’aeroporto di Roma “Leonardo Da Vinci”, che completamente a disposizione del facoltoso imprenditore siriano, consentivano a lui e ad altri soggetti , di eludere i controlli di sicurezza dai varchi per i voli di linea in entrata ed uscita. 

In particolare, i due fratelli, hanno permesso l’ingresso e l’uscita, senza alcun controllo doganale, di un complice dell’organizzazione criminale che esportava valuta e diamanti.

 

CONDIVIDI