La carica dei 500. Protesta a Masone per chiedere la revoca della concessione ai Benetton

Genova –  Ci sono anche i Sindaci dei paesi delle valli Stura, Orba, Leira e del Basso Piemonte stamattina all’uscita del casello di Masone, sulla A26, chiuso in entrata fino a lunedì prossimo per una frana che minaccia la rampa di accesso.
Sono arrivati sulla provinciale 456 del Turchino che costeggia l’autostrada con la fascia tricolore, per dire basta all’isolamento e al caos apocalittico che ogni giorno si abbatte su chi si sposta tra Liguria e Piemonte.

In presidio alla rotonda di Masone, insieme ai Sindaci, almeno 500 persone protestano con fischietti e cartelli che accusano ANAS per le giornate da incubo degli automobilisti, “ANAS A26 fate schifo”, e chiedono la revoca delle concessioni ai Benetton, perché ormai “La pazienza è finita”.

CONDIVIDI