Milano, rapine ai bancomat e furti d’auto: perquisizioni e arresti in due campi nomadi

Milano – Una vasta operazione della  Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano, ha eseguito, tra le provincie di Milano, Pavia e Bergamo, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di rapinatori italiani di etnia rom, dediti alla commissione di violentissime rapine di auto di lusso di grossa cilindrata, spesso  utilizzate per la commissione di altre rapine e di assalti agli sportelli Bancomat di diversi istituti bancari dell’hinterland milanese, ricorrendo alla tecnica dell’esplosione con acetilene, tutte commesse nel mese di febbraio 2020.
Per l’esecuzione dell’ordinanza di custodia in carcere, gli agenti della Squadra Mobile di Milano sono stati
coadiuvati da oltre un centinaio di uomini delle Squadre  Mobili di Bergamo, Pavia e Piacenza, nonché da diverse aliquote del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia, del Reparto Mobile di Milano e delle unità cinofile del  locale Ufficio Prevenzione Generale.
Due i campi nomadi sottoposti ai controlli odierni: via Martirano e via della Chiesa Rossa.

CONDIVIDI