‘Ndrangheta: duro colpo alla cosca Serraino-Libri, 12 arresti a Reggio Calabria

Ndrangheta: operazione della Polizia di Stato e della DDA di Reggio Calabria

Reggio Calabria – È in corso da questa mattina una vasta operazione antimafia della Polizia di Stato, coordinata dalla  Procura della Repubblica di Reggio Calabria.
Sono 12 gli arresti, 11 in carcere e 1 ai domiciliari, eseguiti
 nei confronti di elementi di vertice, luogotenenti e affiliati alle potenti cosche della ‘ndrangheta SERRAINO e LIBRI operanti nella città di Reggio Calabria.
Gli arrestati sono ritenuti responsabili a vario titolo ritenuti di associazione mafiosa e 
di estorsione, intestazione fittizia di beni, danneggiamento, porto e detenzione illegale di armi da fuococorruzione  illecita concorrenza con violenza o minaccia, incendio, aggravati dalla circostanza del metodo  mafioso.
Sono in atto 
anche numerose perquisizioni e il sequestro di alcuni esercizi commerciali che sono riconducibili o di proprietà degli arrestati. Le cosche erano attive nel quartiere di San Sperato e nella frazione Gallina, nonché nel comune di Cardeto [RC]. In Aspromonte, l’attività criminosa era attiva principalmente nel settore delle estorsioni a danno di imprenditori e commercianti anche attraverso l’imposizione di beni e servizi. Le ‘ndrine impiegavano i proventi illeciti  in esercizi commerciali attivi nel campo della ristorazione  e della vendita di frutta, intestandoli a prestanome per eludere il sequestro con l’applicazione della legge in materia di misure di prevenzione patrimoniali. Nell’ operazione sono stati impiegati circa 100 agenti della Polizia di Stato.

 

CONDIVIDI