Genova, cimitero della Biacca: parte la gara per un nuovo impianto di cremazione

Via libera della giunta al nuovo impianto di cremazione presso il cimitero della Biacca

Indetta la gara per costruire un secondo tempio crematorio dopo quello di Staglieno. In aumento le richieste di cremazione.

Genova – La Giunta comunale ha approvato la delibera, su proposta dell’assessore ai lavori pubblici e al bilancio Pietro Piciocchi, per la realizzazione di un tempio crematorio all’interno del cimitero della Biacca di Bolzaneto, nel Municipio V Valpolcevera.

La Giunta ha indetto la procedura di gara per l’affidamento di una concessione, mediante Project Financing, per la progettazione, costruzione e gestione di un impianto di cremazione nel cimitero della Biacca. La proposta di allestimento di un nuovo tempio crematorio – oltre a quello già presente presso il Cimitero Monumentale di Staglieno – è legata all’aumento percentuale delle richieste di cremazione che si è verificato negli ultimi cinque anni.

Nel 2015, su un totale di 9.828 decessi nel Comune di Genova, le cremazioni sono state 6.002 pari al 61%. La percentuale è salita progressivamente negli anni seguenti. Nel 2016 le cremazioni sono state 5.776 su 9460 decessi (61,05%); 2017, 6.113 su 9.841 decessi (62,12%); 2018, 6.750 su 9.741 decessi (69,37%); 2019, 7.618 su 9.587 decessi (79,46%).

Nell’anno in corso, invece, su un totale provvisorio di 6.559 decessi le cremazioni sono state 5.384, pari all’82,09%. L’ennesimo incremento percentuale consecutivo che ha indotto l’Amministrazione ad avviare l’iter per la realizzazione di un nuovo tempio crematorio. Di recente l’impianto di Staglieno, dotato di quattro forni, ha avuto necessità di manutenzioni ordinarie, con cadenza mensile. Inoltre nel 2019, per effetto dell’esigenza di manutenzioni straordinarie, si è verificato un fermo impianto di circa 10 giorni.

 

CONDIVIDI