Arrestati 9 pedofili, i commenti agghiaccianti in chat: “Avranno 12 anni, la più piccola ne ha 5 tipo…”

Pedopornografia online: 9 persone ai domiciliari

Firenze – La Polizia Postale ha portato a termine una complessa e delicata attività d’indagine che ha portato alla denuncia di 9 persone, accusate di divulgazione, cessione, detenzione di materiale pedopornografico e di istigazione a delinquere aggravata.

L’indagine è nata dall’analisi eseguita sul telefono cellulare di un pedofilo su cui sono state scoperte chat, immagini e video a carattere pedopornografico, con il coinvolgimento anche di bambini piccolissimi.

La ricerca di questi criminali  sui principali social network, ha permesso di  identificare una serie di persone tra i 19 e i 55 anni che detenevano o scambiavano immagini e video pedopornografici all’interno delle chat.

Le perquisizioni,  sono state eseguite in Toscana, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Sicilia dove la Polizia Postale ha sequestrato cellulari e computer dai quali gli agenti stanno cercando di estrapolare i nomi di altri pedofili. E proprio analizzando il telefono di uno dei perquisiti è emersa la presenza di canali Telegram dove, per accedere ai contenuti pedopornografici, era necessario pagare 15 euro a canale per essere ammessi nel gruppo.

CONDIVIDI