Begato, parte la demolizione: il primo colpo di pinza agli ascensori della Diga Bianca

Genova – Sono iniziati oggi i lavori di demolizione delle Dighe di Begato: 486 alloggi per un totale di 175.000 metri cubi di costruzione che verranno abbattuti da qui a dicembre 2021, data prevista per la fine di tutte le operazioni compresa la riqualificazione di 37 alloggi in via Cechov.

E proprio questa mattina il primo colpo di pinza ha smantellato gli ascensori della Diga Bianca e i relativi solai. Il vano corsa degli elevatori sarà poi utilizzato per convogliare e scaricare i detriti.

Contemporaneamente è in corso la fase del cosiddetto strip-out interno che consiste nella rimozione di mobili e suppellettili rimasti ancora negli appartamenti, nella rimozione di infissi, tapparelle, termosifoni e scaldabagno, tubazioni, impianti elettrici, rivestimenti.
Una volta conclusa questa fase, si avvierà la rimozione dei pannelli esterni e poi, in autunno, si passerà alla demolizione delle strutture vere e proprie.

Ad aggiudicarsi l’appalto l’Associazione temporanea di impresa costituita da Patriarca Group e Fratelli Caschetto, che il 21 maggio scorso hanno firmato per la canterizzazione dell’area.

Le dichiarazioni della Regione

Le dichiarazioni del Comune di Genova

Le dichiarazioni del Municipio V Valpolcevera

st

Simona Tarzia e Fabio Palli hanno collaborato alla realizzazione di DigaVox, il docu-film sull’emergenza abitativa alle Dighe di Begato. 

CONDIVIDI