Buoni regalo per i surgelati ai sanitari che hanno lottato contro il Covid. L’idea (stramba) dell’infettivologo Bassetti

Genova – Buoni regalo per i surgelati ai sanitari che hanno lottato contro il Coronavirus.

È l’idea un po’ stramba dell’infettivologo del San Martino, Matteo Bassetti, saltata fuori da una sua nota che assegnerebbe due buoni regalo a ciascun dipendente della clinica che ha lavorato per almeno 7 giorni durante l’emergenza Covid-19.
Tutto questo grazie a un accordo con una nota azienda che distribuisce surgelati a domicilio e che avrebbe accettato di elargire una donazione.

A caval donato non si guarda in bocca, per carità, ma la faccenda pare un po’ avvilente per chi li riceve: surgelati in cambio della professionalità messa in campo contro il virus, ventiquattr’ore su ventiquattro e sette giorni su sette.
Medici, infermieri, tecnici e OSS che hanno lavorato con scarsa disponibilità di DPI e in condizioni di rischio, oggi possono contare su due buoni regalo.

st

CONDIVIDI