#Regionali2020: si apre il dialogo tra Forza Italia e i delusi di Italia Viva

Regionali: in Liguria Fi dialoga con i delusi di Italia Viva

Genova – Tant’è la voglia di rifare una nuova DC non è mai passata. Il progetto del nuovo “centro” nel centrodestra, nato in Liguria dall’alleanza per le
Regionali tra Forza Italia e Liguria Popolare, ha iniziato a dialogare con i delusi di Italia Viva, come l’ex sindaco di Sarzana Alessio Cavarra. La conferma arriva dal sindaco di Rapallo e coordinatore regionale di Forza Italia Carlo Bagnasco.
Cavarra, che fu  candidato presidente alle primarie del 2014 per la segreteria regionale del PD, è stato tra i renziani della prima ora 
in Liguria.  Ha aderito a Italia Viva dalla fondazione lasciandola a luglio in polemica con la “gestione verticistica” del partito a livello locale, che fa riferimento alla deputata Raffaela Paita.
Sull’ex renziano, Carlo Bagnasco ha detto: “Sono convinto che il nuovo progetto di centro, frutto dell’accordo tra Fi, i popolari e con l’associazione civica di Claudio Scajola, sarà determinante per la vittoria di Giovanni
Toti.  Abbiamo aperto un confronto con Cavarra, che non è ancora entrato ufficialmente in alcun schieramento, ma insieme ai suoi collaboratori è vicino a un progetto di centro come il nostro.

“Dopo essere uscito da Italia Viva ho deciso insieme ad altri di intraprendere un nuovo progetto liberale e riformista di centro civico – spiega Cavarra – che vuol dialogare con i
movimenti di centro. C’è un interlocuzione aperta anche con Forza Italia, ma il mio progetto è autonomo rispetto a Liguria popolare e sottolineo che non mi candido alle regionali.
Vogliamo anticipare un percorso politico che sono convito nel giro di poco nascerà anche a livello nazionale”.

 

CONDIVIDI