Covid-19 e rientri dell’estero: ecco la procedura per richiedere il tampone

Rientri da Croazia, Grecia, Malta e Spagna, Alisa: a Ferragosto prese in carico 1.000 segnalazioni

Genova –  Per rispondere all’ordinanza del Ministero della Salute, in vigore dal 13 agosto 2020, ai fini del contenimento della diffusione del virus Covid-19 e rivolta alle persone che intendono fare ingresso in Italia e che nei quattordici giorni antecedenti abbiano soggiornato o transitato in Croazia, Grecia, Malta o Spagna, Alisa ricorda a tutti  coloro che intendono sottoporsi a test molecolare presso la Asl di riferimento di seguire le procedure previste dalle singole Asl e di contattare i numeri di telefono e/o di contatto mail dedicati.

L’interessato che sceglie il canale di posta elettronica, sarà contattato per effettuare, entro 48 ore dalla segnalazione, il tampone (al domicilio o attraverso il servizio drive-through).

Chi decide invece di contattare l’utenza dedicata, verrà messo in contatto con il primo operatore disponibile.

Alisa consiglia, se non si riuscisse a parlare con un operatore, di inviare un messaggio di posta elettronica con i propri dati per favorire una presa in carico il più ottimale possibile e ricorda che, nell’attesa dell’esecuzione del test presso l’azienda sanitaria locale di riferimento, le persone sono sottoposte all’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora.

Secondo i dati dell’Azienda Ligure Sanitaria, nella sola giornata di sabato 15 agosto in Liguria sono arrivate circa 1.000 segnalazioni, tutte prese in carico.

Il Sistema sanitario regionale, in un momento di grande impegno e pressione per il tracciamento dei casi, le analisi epidemiologiche, la preparazione all’apertura scolastica e la campagna vaccinale, sta comunque garantendo le risposte dovute. Lo precisa Alisa che poi invita gli organi di informazione a non generare panico e a verificare le segnalazioni degli utenti che lamentano mancate risposte: il tampone va programmato ed eseguito entro 48 ore dalla segnalazione.  Il sistema sta mettendo in campo tutte le risorse e le professionalità necessarie per rispondere in modo efficace all’ordinanza ministeriale che, diramata il 12 agosto scorso, ha prodotto effetti immediati a partire dal 13 agosto sulle singole realtà regionali, già coinvolte a tutto campo nella gestione dell’emergenza Covid-19.

Ecco i numeri e i contatti di Asl Liguria per i viaggiatori di ritorno dall’estero

ASL 1 – mail bu.gsat.tamponi@asl1.liguria.it per richiesta tamponi; numero verde per segnalare ingresso e richiesta informazioni 800 554 400, attivo tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 20.

ASL 2 – mail covid-19@asl2.liguria.it in caso di impossibilità ad inviare una email, è possibile contattare il numero 019 8405 769 attivo dal lunedì al venerdì (orario 8-17) e dal 22 agosto anche sabato e domenica (orario 8-14).

ASL 3 – mail covidestero@asl3.liguria.it telefono 010 849 7003, attivo da lunedì a sabato (orario 9-15) e domenica e festivi (8.30-12.30).

ASL 4 – mail ip.segreteria@asl4.liguria.it telefono 0185 329 037, attivo dal lunedì al venerdì (orario 8.30 alle 17) mentre il sabato ed i giorni festivi il reperibile può essere contattato attraverso la centrale operativa 118.

ASL 5 – mail covidestero@asl5.liguria.it in caso di impossibilità a inviare e-mail, è possibile contattare il numero telefonico 0187 533 689 (il servizio è attivo anche il sabato ed i giorni festivi).

 

CONDIVIDI