Casi sospetti di Covid-19: segnalazioni ai GSAT bloccate dal malfunzionamento delle mail dedicate

Pastorino (Linea Condivisa): “Abbiamo segnalato il problema a Viale e Locatelli, è necessario trovare soluzioni efficaci. Il virus non va in vacanza”

Genova – I medici segnalano casi sospetti di Covid-19 ma gli indirizzi email dei GSAT non funzionano. È quanto registrato negli ultimi giorni in varie zone della Liguria e in diverse ASL.
La denuncia arriva da Gianni Pastorino, capogruppo di Linea Condivisa in Consiglio regionale e vicepresidente della Commissione sanità, che in una lettera al super commissario di A.li.sa. Walter Locatelli, precisa di aver ricevuto segnalazioni sul malfunzionamento anche del sito web Poliss, il portale socio-sanitario ligure, che avrebbe problemi nella possibilità di effettuare l’autenticazione.

“La mancata comunicazione fra i medici e le squadre operative GSAT, i Gruppi Strutturati di Assistenza Territoriale utili a implementare la gestione del Coronavirus, crea evidenti problemi nel coordinamento degli interventi, in un momento in cui i casi Covid tornano ad aumentare – dichiara Pastorino -. Come Linea Condivisa siamo molto preoccupati da questi malfunzionamenti, che alimentano la confusione e i disagi per gli operatori sanitari, ma anche il senso di apprensione e solitudine sofferto da chi sospetta di aver contratto il virus. È necessario intervenire affinché situazioni del genere siano evitate”.

“Tutto questo accade nonostante l’impegno profuso dagli addetti che devono raccogliere le segnalazioni. E certamente comprendiamo che la concomitanza con il periodo di ferie non giovi alla circostanza – conclude Pastorino -. Purtroppo il Covid non va in vacanza e continua a circolare sul nostro territorio. Bisogna quindi trovare soluzioni efficaci e compatibili, per far sì che le strutture attive forniscano risposte sollecite e adeguate”.

CONDIVIDI