Milano: pregiudicato beccato dalla polizia getta la pistola dalla finestra ma finisce a San Vittore

L’uomo, un 42enne italiano, deteneva illegalmente due pistole e 80 cartucce

Milano – La Polizia di Stato ha sequestrato armi e munizionamento a un cittadino italiano 42enne, pluripregiudicato per reati contro la persona e stupefacenti.
Gli agenti della Squadra Mobile insieme ai poliziotti del Commissariato di Quarto Oggiaro hanno effettuato una serie di perquisizioni a carico di pregiudicati della zona, che si sospettava potessero nascondere in casa armi illegali.

Quando gli agenti si sono presentati in un’abitazione di via Val Trompia, l’uomo che era all’interno ha tentato di disfarsi di una pistola gettandola dalla finestra, ma i poliziotti già posizionatisi proprio sotto il cortile hanno assistito all’intera scena, recuperando l’arma: una semiautomatica calibro 7.65 munita di caricatore con 8 cartucce e risultata rubata nel 2015 a Vigevano.

All’interno dello stesso appartamento sono state rinvenute altre 72 cartucce del medesimo calibro, una mazza in legno realizzata artigianalmente e 13.000 euro in contanti, sottoposti a sequestro perché ritenuti di  provenienza illecita.

L’uomo, un italiano di 42 anni, pluripregiudicato per reati contro la persona e stupefacenti, è stato arrestato per detenzione illegale di arma  comune da sparo e munizionamento, oltre che per ricettazione, ed è stato condotto al carcere di San Vittore.

Nell’ambito della stessa attività, che ha visto l’esecuzione di altre tre perquisizioni in materia di armi, sempre a Quarto Oggiaro, nei locali destinati alla raccolta temporanea dei rifiuti di uno stabile in via Capuana è stata rinvenuta e sequestrata una seconda pistola semiautomatica Glock con matricola abrasa e quindi clandestina, completa di caricatore e cartucce.
Poco distante, in via Longarone, i poliziotti hanno rinvenuto in strada anche un bossolo esploso. Sono in corso accertamenti anche della Polizia Scientifica.

CONDIVIDI