Reggio Calabria, il Questore vieta esequie pubbliche per il boss di ‘ndrangheta Francesco Alvaro

Reggio Calabria – È morto il boss di ‘ndrangheta Francesco Alvaro ritenuto elemento di vertice dell’omonima cosca di ‘ndrangheta, operante in Sinopoli e nei comuni limitrofi. I funerali si sono svolti oggi in forma strettamente privata. La salma è stata trasportata dall’ospedale di Reggio Calabria direttamente al cimitero di Sinopoli dove si è tenuta una funzione religiosa alla presenza dei soli stretti congiunti.

Il provvedimento, emesso nei confronti degli appartenenti alle cosche criminali è finalizzato a scongiurare che la celebrazione dei funerali possa rappresentare un’occasione per operazioni di rappresaglia o iniziative intimidatorie ed illegali. Questa ordinanza è un segnale che le Istituzioni vogliono dare alle organizzazioni mafiose.

CONDIVIDI