Genova, truffa rip-deal da 400.000 euro. Tre arresti della Squadra Mobile

Genova -La Polizia di Stato ha arrestato in esecuzione di Ordinanza di custodia cautelare in carcere per i reati di furto pluriaggravato in concorso, tre persone di etnia rom, pregiudicati per reati contro il patrimonio e con residenza a Torino.

Orologi per 400 mila euro e soldi falsi

Le indagini, orientate a individuare i responsabili di un raggiro del tipo rip-deal, hanno preso il via a maggio di quest’anno all’interno di un Hotel di prestigio. Finti acquirenti hanno simulato di essere interessati all’acquisto di sette orologi di pregio, del valore di circa 400.000 euro. All’incontro, dopo aver visionato gli orologi, hanno pattuito di corrispondere il prezzo richiesto in contanti, ma all’atto della consegna hanno sostituito le banconote vere con quelle false. In questo modo, sono riusciti ad appropriarsi dei preziosi, consegnando una borsa contenente 400.000 euro in banconote fac-simile. Dopo essersi appropriati dei preziosi sono scappati a bordo di un auto guidata da un terzo complice.

L’analisi delle immagini estrapolate dagli impianti di video sorveglianza, il contributo della vittima e di alcuni testimoni, hanno consentito di raccogliere a carico degli autori gravi elementi di responsabilità per i fatti contestati.

Nelle prime ore della mattinata di martedì, gli agenti della Squadra Mobile di Genova e della Squadra Mobile di Torino, hanno rintracciato i tre indagati presso le loro abitazioni site a Piossasco  e Trana . Nel corso delle perquisizioni gli agenti hanno rinvenuto abiti compatibili con quelli utilizzati per il furto, macchinetta conta-soldi, scatole di orologi Rolex, numerosi telefoni ritenuti utili sotto il profilo investigativo, e circa 25 kg di banconote fac-simile, verosimilmente destinate alla commissione di nuovi episodi delittuosi dello stesso tipo. Le persone tratte in arresto sono state condotte presso il carcere di Lorusso e Cutugno.

Cosa è la truffa rip-deal

La traduzione letterale dall’inglese è “affare sporco” e consiste nella prospettiva di un’operazione di cambio estremamente vantaggiosa. Gli autori con abilità riescono a consegnare del denaro falso ricevendo banconote o merce  a condizioni favorevoli per la vittima.

Le trattative come pure la consegna del denaro possono avvenire in luoghi pubblici (alberghi, ristoranti, ecc..) o presso istituti di credito.

Chi sono gli autori?

Anche in questo caso  ci sono organizzazioni internazionali che si occupano unicamente di questo tipo di truffe. Gli autori materiali, che in sostanza eseguono la consegna della cifra pattuita, sono persone molto abili e che di norma trasmettono una certa affidabilità.

Perché si cade nell’inganno?

La voglia di concludere un affare estremamente vantaggioso è l’impulso che fa cadere nell’inganno preparato dagli autori. Anche in questo caso l’avidità gioca un ruolo determinante.

CONDIVIDI