Municipio Centro Ovest, Falcidia sfiduciato ma la nuova maggioranza rischia di essere risicata

 MUNICIPIO CENTRO OVEST: SFIDUCIATO IL PRESIDENTE FALCIDIA

Genova – Oggi in Consiglio di Municipio è stata approvata la mozione di sfiducia presentata da PD, M5S, LeU, Lista civica Insieme e PaP nei confronti del Presidente Falcidia con 14 voti favorevoli, 5 contrari e 3 consiglieri del centrodestra presenti non votanti.
In una nota del PD si legge: ” Una sfiducia che constata il fallimento dell’amministrazione di centrodestra, il silenzio del Presidente durante le fasi drammatiche e successive al crollo di Ponte Morandi e la totale incuria per le problematiche inerenti i territori di Sampierdarena e San Teodoro.
Matteo Buffa della Lista civica Insieme ha dichiarato: “Oggi ci riappropriamo della politica, come vocazione al servizio del bene comune. Sfiduciamo un modello di amministrazione che non può più essere reiterato, quello della personalizzazione e dell’autoreferenzialità, del partitismo cieco, della costante costruzione del nemico, dell’utilizzazione delle tragedie che hanno ferito Sampierdarena e San Teodoro in senso strumentale.
Il voto di oggi esprime la volontà di cambiare pagina e modo di amministrare, volto alla trasparenza e alla partecipazione, ben lontano dall’incapacità politica ed amministrativa del centrodestra in Municipio sorretta da una non maggioranza con evidenti scricchiolii interni”.
Mariano Passeri, di LeU ha voluto porre l’accento sulla sicurezza: “Le motivazioni che mi hanno indotto alla sfiducia sono da ascrivere ad una gestione spesso blanda e inconsistente del territorio, sottomessa alle politiche fallimentari di Comune e Regione che ha prodotto un costante immobilismo, o peggio il silenzio, di questa amministrazione. Hanno fallito anche sulla tanto declamata sicurezza, trasformatasi in un simbolo orribile per un quartiere, una piazza chiusa da cancelli”.

Il vizio delle vecchie abitudini

Ma nonostante il tono delle  dichiarazioni del Centro Sinistra, qualche mal di pancia per quella che sarà la composizione del nuovo “parlamentino” c’è.
Attualmente il Presidente  pro-tempore  è Michele Colnaghi, capogruppo del M5S, in attesa dell’eventuale conferma del Consiglio Municipale di lunedì 26 ottobre. Sembrerebbe che tre assessorati possano toccare a  Luciano Cavazzon del M5S per le Manutenzioni, Stefania Mazzucchelli, capogruppo del PD nel ruolo di Vice Presidente e di assessore alla Scuola e Servici Civici. Monica Russo, già candidata Presidente nel 2017 sembrerebbe destinata a ricoprire la carica di assessore alla Cultura.

Una parte di Centro Sinistra all’opposizione?

E proprio  sul nome di Monica Russo sembra si siano aperte un po’ di polemiche.  Perchè chiamare qualcuno dall’esterno per ricoprire un assessorato lasciando fuori chi, in questi 3 anni difficili, ha lavorato sul territorio? I nomi  ci sarebbero anche  e in quota PD. Sia Fabrizio Maranini che Amedeo Lucia hanno seguito bisogni e urgenze della popolazione senza risparmiarsi. E lo stesso vale per Mariano Passeri  e Matteo Buffa della lista Insieme. Ma anche più a sinistra, Sergio Triglia di Potere al Popolo potrebbe dare un contributo di governo. Il rischio, paradossale è quello di ritrovare Passeri, Buffa e Triglia all’opposizione con Centro Destra e Lega.
Un Centro Destra che a Sampierdarena, con Lucia Gaglienese e Fabio Papini, ha sempre lavorato sul territorio, in maniera non dogmatica, e spesso condividendo con Lucia e Passeri battaglie comuni.
Crediamo sia arrivato il tempo di abbandonare alcune antiche pratiche di distribuzione degli assessorati per premiare chi sul territorio ascolta le istanze dei cittadini. Perchè il rischio è che la prossima maggioranza di Centro Sinistra sia così risicata da lasciare nuovamente  il Municipio Centro Ovest nell’incertezza, e Sampierdarena ha bisogno di altro.
CONDIVIDI