Regione Liguria, oggi prima seduta dell’undicesima legislatura. Il leghista Medusei eletto presidente del Consiglio regionale, Sanna (Pd) suo vice

È partita oggi, con una seduta a porte chiuse, l’undicesima legislatura del Consiglio regionale ligure

Genova – “Vorrei dare il benvenuto a tutti i nuovi arrivati in Consiglio regionale”,  ha detto il Presidente Toti in occasione del giuramento per l’avvio dei lavori dell’undicesima legislatura e aggiungendo un commento sulla grave situazione sanitaria della Regione: “Credo che il vuoto e il silenzio che circonda quest’aula rendano ancora più solenne questo insediamento dell’assemblea legislativa e rendano plasticamente il peso della responsabilità che grava su ciascuno di noi. Un peso che, sono sicuro, non sfugge a nessuno, sia della maggioranza che dell’opposizione”.

La seduta è proseguita con la proclamazione del consigliere Giancarlo Medusei, in quota Lega, come presidente del consiglio regionale, eletto con tutti i 18 voti della maggioranza tranne quello di Vaccarezza, assente perché in quarantena.
Ad Armando Sanna, ex Sindaco Pd di Sant’Olcese, è andato il posto da vicepresidente, mentre la scelta del segretario è caduta sul forzista Claudio Muzio.

L’attribuzione delle deleghe della Giunta arriverà questo pomeriggio”, ha continuato Totti spiegando che “verranno assegnate in continuità con quella precedente e con alcune significative novità. È infatti importante che la Giunta entri al più presto in funzione, perché il momento non ci consente nessuna celebrazione, c’è bisogno di rimboccarsi le maniche e di lavorare, perché la situazione non ci con cede nessuno spazio per m omenti di celebrazione o riflessione”.

Infine, “per quanto riguarda la sanità – ha continuato Toti – mi è sembrato naturale tenere in capo alla presidenza alcune deleghe fondamentali, perché gestire un’emergenza vuol dire avere  una catena di comando rapida e veloce, in grado di prendere decisioni immediate. Sia quelle per fronteggiare l’emergenza, creare nuovi posti letto, costituire una rete territoriale a protezione della cittadinanza; sia quelle di prospettiva: cioè i grandi investimenti nel mondo sanitario per non trovarci mai più sguarniti”.

Leggi anche

Ecco la nuova Giunta targata Toti: Forza Italia a bocca asciutta, nessun assessore alla Sanità

CONDIVIDI