Emergenza covid-19, il sindaco Bucci: “Non c’è nessuno in Liguria a cui è stato rifiutato il trattamento sanitario”

La conferma del Sindaco: “In programma un ospedale alla Fiera di Genova”

Genova – “Non siamo in Zona rossa finché non ce lo dirà il Governo. Al  momento l’indice rt in Liguria è tra 1,3 e 1,5. In altre regioni supera 2”.

Lo ha detto il Sindaco Bucci nel corso del Consiglio comunale di oggi, durante la discussione di un articolo 55 sull’aggiornamento dell’emergenza sanitaria in città, precisando ancora che “è difficile da prevedere dove saremo inseriti come regione, e poi bisognerà vedere cosa accadrà per il Comune. Ma lo deciderà il Governo”.

Quindi ha confermato che “è in programma l’allestimento di un ospedale da campo al piano terra del padiglione Jean Nouvel, 150 posti letto di media intensità per i pazienti covid” e poi, rispondendo alle domande dei consiglieri sulle condizioni critiche dei nostri ospedali, ha dichiarato che “non c’è nessuno in Liguria a cui è stato rifiutato il trattamento sanitario”. E ci mancherebbe altro dal momento che “la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”. A dirlo è la Costituzione.

Quanto alla carenza di personale secondo il Sindaco non ci sarebbero problemi: “Le persone ci sono eccome, c’è un bando per assumerne 500”, ha concluso dopo aver precisato che la situazione pandemica è molto diversa rispetto alla primavera scorsa: “Oggi abbiamo 1.200 ricoverati e 50 in terapia intensiva mentre ad aprile ne avevamo 1.400 ma con 200 in terapia intensiva”.

st

CONDIVIDI