Picchia selvaggiamente due cani in strada, bloccata dai poliziotti a Trastevere

Interviene anche la Asl: i due cani malnutriti, claudicanti e in pessime condizioni igieniche

Roma – Durante un servizio di controllo del territorio in viale di Trastevere,  gli agenti del commissariato Trastevere sono intervenuti salvando due cani, un meticcio e un pitbull, che venivano selvaggiamente picchiati dalla loro  conduttrice.

A questo punto i poliziotti hanno fermato e identificato la 30enne che, a propria giustificazione, apostrofava gli agenti dicendo che  “i cani di tale razza non accusano alcun dolore poiché sono molto resistenti, un paio di schiaffi non gli fanno male“. Sottoposta a controllo, ha poi cominciato a  inveire contro gli operatori urlando: “Sbirri di merda, teste di cazzo non capite un cazzo di animali che cazzo parlate a fare? Poliziotti infami”.

Per riuscire a contenere l’aggressività della donna, i poliziotti l’hanno portata in commissariato dove intervenuto anche il  personale della ASL-Servizio Veterinario e soccorso animali, per meglio constatare lo stato di salute degli animali.

Dopo aver attivato la procedura per la verifica delle loro condizioni  fisiche, i due bellissimi cani, spaventati, malnutriti, claudicanti e in condizioni igieniche precarie, sono stati trasportati presso il  canile comunale, in via della Magliana.

La donna, invece, è stata denunciata in stato di libertà per maltrattamento di animali e oltraggio a pubblico ufficiale con contestuale inoltro di un’informativa di reato alla locale Procura della Repubblica che, successivamente, ha emesso un provvedimento di sequestro preventivo dei due cani.

CONDIVIDI