Morde la mano di un poliziotto per non salire sull’auto di servizio ma finisce a processo per direttissima

Fermato in via Piacenza, ha rifiutato di fornire le proprie generalità. Il giovane era irregolare e con precedenti per spaccio

Genova – Sabato sera, i poliziotti delle volanti e del Commissariato San Fruttuoso hanno arrestato un cittadino gambiano di 21 anni per i reati di resistenza, violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate.

Il giovane, incurante delle disposizioni anti contagio era a spasso oltre le 21:00 e senza mascherina. Alla vista dell’auto della polizia ha immediatamente cambiato direzione tentando di travisare il proprio volto tirando su il cappuccio. Gli agenti, insospettiti dal suo atteggiamento, hanno deciso di fermarlo per un controllo e per conoscere il motivo della sua passeggiata notturna. Il 21enne però ha reagito in modo aggressivo e provocatorio gridando, insultando e minacciando gli agenti.

Sprovvisto di documenti, è stato invitato a salire a bordo dell’auto di servizio. Ormai alle strette, sperando di poter sfuggire al controllo e con il chiaro intento di colpire i poliziotti, ha iniziato a dimenarsi con violenza sgomitando e scalciando. Durante la colluttazione ha morso la mano di uno degli agenti che grazie ai guanti anti taglio ha riportato solo un evidente ematoma.

Irregolare e con diversi precedenti per spaccio, è stato accompagnato con non poche difficoltà presso le locali camere di sicurezza della Questura dove verrà giudicato in mattinata per direttissima.
È stato inoltre denunciato per oltraggio e rifiuto di fornire le proprie generalità e sanzionato per la violazione della normativa anti-covid.

CONDIVIDI