Genova: l’Opposizione impugna al Tar l’elezione del Presidente del Consiglio Comunale

I ricorrenti: questa Maggioranza viola in continuazione le regole dello Statuto comunale

Genova – I consiglieri comunali di Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Lista Crivello e Gruppo Misto Ubaldo Santi hanno fatto ricorso al Tar Liguria per vedere riconosciuta l’illegittimità della procedura seguita lo scorso 26 novembre per l’elezione del Presidente del Consiglio Comunale di Genova.
Diversi i consiglieri che già nel corso di quella seduta avevano contestato la regolarità della convocazione del Consiglio Comunale e delle dimissioni del presidente Piana, che pur dimesso aveva preteso di continuare a esercitare il proprio ruolo fino all’elezione del sostituto.
“Ma la tendenza ormai consolidata della maggioranza a tirare diritto calpestando le regole ha costretto i consiglieri a rivolgersi alla magistratura amministrativa”. Così si legge nel comunicato congiunto.
Il ricorso, affidato all’avvocato Luigino Montarsolo che recentemente ha curato anche l’impugnazione contro l’accentramento dei servizi sociali, contesta le modalità di convocazione del Consiglio, la decorrenza delle dimissioni del Presidente Piana, e la legittimità dei provvedimenti che hanno consentito ai consiglieri collegati da remoto di esprimere il voto via email.
“Le regole dello Statuto comunale sono poste a presidio di tutti, a garanzia del dibattito democratico nel rispetto del ruolo di ciascuno” affermano i consiglieri comunali ricorrenti che ribadiscono: “Davanti alla loro ripetuta e incomprensibile violazione non possiamo che reagire chiedendo il ripristino della legalità. Nel presentare ricorso siamo certi che anche l’attuale Presidente Bertorello sia stato vittima dell’arroganza del Sindaco Bucci e della sua Giunta”.
CONDIVIDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: