Arriva il freddo, il Comune aumenta i servizi di accoglienza per le persone senza dimora

Genova – In relazione al freddo previsto nei prossimi giorni, il Comune di Genova ha deciso di incentivare i servizi di accoglienza, cura e riparo offerti alle persone senza dimora.
Questa mattina si è riunito il tavolo sull’emergenza freddo dei Servizi Sociali, dopo essersi confrontato con il Municipio Centro Ovest, protezione civile, ed enti del terzo settore.

Strutture di accoglienza aperte 24 ore

Tutte le strutture che offrono riparo notturno resteranno eccezionalmente aperte per 24 ore al giorno sia sabato che domenica. Ad oggi sono  occupati 152 posti letto sul totale di 159 che vengono offerti ogni notte dalle strutture accreditate con il Patto di Sussidiarietà per i senza dimora.

Aprirà la palestra del Centro Civico Buranello

Per venire incontro all’eventuale necessità di ulteriori posti letto, il Comune aprirà un’altra struttura dalle 18 alle 8 di mattina di sabato e domenica. Si tratta della palestra del centro civico Buranello, a Sampierdarena, che può accogliere fino a venti persone. Sarà il punto di riferimento per le associazioni che prestano soccorso con l’unità mobile e per tutti gli enti che operano sulla strada.

“Il previsto calo delle temperature aumenta la nostra preoccupazione per la salute e la tutela di chi vive in strada – dice il consigliere delegato Mario Baroni.  Non dobbiamo farci trovare impreparati e per questo abbiamo predisposto un piano di accoglienza e assistenza, concordandolo con gli enti del terzo settore. Il compito non è semplice anche perché, per colpa della pandemia, è necessario rispettare le norme per la prevenzione e contenimento dell’infezione. Nel caso in cui l’ondata di freddo dovesse prolungarsi, valuteremo interventi aggiuntivi”.

CONDIVIDI