Morto suicida l’ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà

L’ipotesi è che si sia sparato con un colpo di pistola. Sul caso la procura ha aperto un’indagine

L’ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà, è stato trovato morto nella sua abitazione a Roma, nel quartiere Parioli. Catricalà, secondo quanto si apprende da fonti investigative, si sarebbe suicidato sparandosi un colpo di pistola. Sul posto è presente la Polizia e la Scientifica, mentre la procura intanto ha aperto un’indagine

Catricalà, nato a Catanzaro, aveva 69 anni, dal 2017 era presidente del CdA della società Aeroporti di Roma e nei giorni scorsi era stato nominato presidente dell’Igi, l’Istituto grandi infrastrutture.
Una lunga carriera la sua: dal 2005 al 2011, era stato presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato. Sottosegretario alla presidenza del Consiglio nel governo Monti, era stato nominato viceministro dello Sviluppo Economico da quello di Enrico Letta, nel 2013. Magistrato del Consiglio di Stato dal 2014, ha poi esercitato la professione di avvocato.
Nel settembre del 2014 fu tra i candidati alla carica di giudice della Corte Costituzionale, sostenuto dal Centro Destra di Silvio Berlusconi.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: