Gettone di presenza: dopo la frecciata del Sindaco Bucci arriva la rinuncia del gruppo consiliare M5S

Botta e risposta tra il Sindaco e i Pentastellati

Genova – Ieri, nella bagarre scoppiata in Consiglio comunale durante la votazione della proposta di modifica dei Municipi, Bucci aveva urlato che “sarebbe un bel segno se i consiglieri che hanno abbandonato l’aula rinunciassero al gettone perché si tratta di soldi pubblici”, posizione poi ribadita nel corso della nostra intervista a margine della seduta.
E non è passato inascoltato.
Oggi, infatti, il gruppo consigliare pentastellato ha inviato al presidente, Federico Bertorello, e alla Direzione Segreteria Generale del Comune di Genova per l’accertamento, una lettera formale di rinuncia al gettone, se dovuto. Secondo il Regolamento del Consiglio comunale, in effetti, tale indennità spetterebbe solo ai consiglieri che presenziano almeno ai “due terzi della durata della seduta“. Ora non resta che studiare le norme e fare i conti.

La lettera di rinuncia del Gruppo consiliare M5S

gettone di presenza

Le dichiarazioni del Sindaco

st

CONDIVIDI
Simona Tarzia

Sono una giornalista con il pallino dell’ambiente e mi piace pensare che l’informazione onesta possa risvegliarci da questa anestesia collettiva che permette a mafiosi e faccendieri di arricchirsi sulle spalle del territorio e della salute dei cittadini.