Feste clandestine: week-end di multe, spioni e fughe sui tetti per sfuggire ai controlli. Un hotel chiuso per cinque giorni

Milano: gli studenti tentano la fuga attraverso i tetti

Milano – Sono state tre le feste in casa sospese dagli agenti della Polizia milanese nelle ultime 24 ore.
In una, verso le 2 di notte, in pieno centro, erano presenti 50 persone di età compresa tra i 19 e 26 anni, che stavano festeggiando con musica e alcolici. Sono stati tutti identificati e saranno sanzionati per violazione delle misure anti-Covid.
Sempre a Milano e sempre ieri sera, gli agenti del Commissariato Gardibaldi-Venezia hanno sorpreso otto giovani che stavano festeggiando un compleanno. Mentre in zona Pagano, gli agenti del Commissariato Sempione sono intervenuti in una casa dove si stava tenendo un’altra festa tra universitari con una decina di persone. Gli studenti hanno cercato di sfuggire ai poliziotti scappando per i tetti ma sono stati bloccati e identificati.
Tutti saranno sanzionati per violazione delle norme anti-Covid.

Ischia: nei guai anche il proprietario dell’albergo dove si festeggiava

Napoli – Festa clandestina ieri alla vigilia della Zona rossa nell’isola di Ischia. Dodici giovani sono stati sorpresi mentre festeggiavano in un hotel con musica e buffet.
Erano le 22:30 circa e in 12 – 8 maggiorenni e 4 minorenni – festeggiavano il diciottesimo compleanno di uno di loro in un hotel di Forio D’Ischia. Quando i militari della locale stazione sono intervenuti hanno sanzionato i presenti e anche il titolare della struttura, poi chiusa per 5 giorni.

Bologna: il vicino spione

Bologna – Ancora feste in abitazioni a Bologna e provincia, nonostante i divieti imposti dalle disposizioni per contenere i contagi da coronavirus e l’ingresso in Zona rossa da giovedì.
Ieri sera poco prima di mezzanotte in via delle Moline, nel cuore della zona universitaria, la polizia locale è intervenuta in un’abitazione dalla quale proveniva musica ad alto volume. All’interno nove studenti avevano organizzato una festa di compleanno, tutti sono stati sanzionati per avere violato le misure anti-Covid e la ragazza intestataria del contratto di affitto dell’appartamento è stata multata anche per disturbo alla quiete pubblica.
Festa interrotta pure in una abitazione a Castenaso, dove i carabinieri hanno trovato sette studenti che sono stati sanzionati.
Ad avvertire i militari è stato un residente vicino che, avendo capito che era stata organizzata una festa, si è detto preoccupato per l’incolumità dei ragazzi.

CONDIVIDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: