Emilio Carmagnani è il nuovo presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Genova

Carmagnani sarà anche il presidente degli under 40 di ALCE, l’Associazione Ligure Commercio Estero

Genova – È Emilio Carmagnani, direttore generale e membro del Consiglio di Amministrazione della Attilio Carmagnani “AC” SpA, il nuovo Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Genova.
Carmagnani, che raccoglie il testimone da Mattia Marconi, sarà affiancato da Jacopo Callà (JP Droni Srl), Carolina Candelo (Stampaggio Plastica e Affini Spa), Mario Fiasconaro (Banca Mediolanum), Chiara Marconi (Chité Srl), Giacomo Miscioscia (The Winesider – Excantia Srl), Edoardo Ravano (Ravano Power Srl), Filippo Vaccaro (Poseico Spa), Caterina Viziano(Gruppo Viziano – Progetti e costruzioni Spa) e da Antonio Augeri(Ogyre.com – Endless Srl), invitato permanente.

La novità di quest’anno è che Emilio Carmagnani sarà Presidente anche degli under 40 di ALCE – Associazione Ligure Commercio Estero, con i quali i Giovani di Confindustria Genova collaborano da tempo promuovendo congiuntamente numerose iniziative finalizzate alla diffusione della cultura d’impresa e del libero mercato.
Il Consiglio direttivo dei Giovani di ALCE è composto da Francesca Tognetti, Vice Presidente (Deloitte & Touche Spa), Gregorio Cauvin (Acciai di Qualità Spa), Filippo Gallo (Comarco Spa), Filippo Gavarone(Rimorchiatori Riuniti), Giovanni Gritta Tassorello(Gruppo Indemar).
Pur rimanendo distinti, i Giovani Imprenditori di Confindustria e di ALCE organizzeranno e svolgeranno in stretta sintonia le attività inerenti l’esecuzione del programma di Presidenza condiviso da entrambi i Consigli Direttivi, nei quali oggi sono rappresentati tutti i settori dell’industria, dei servizi e del commercio liguri: dalle energie rinnovabili all’abbigliamento, dalla chimica al techfood, dall’acciaio al design, dalla moda al settore navale, dal real estate all’alta tecnologia.
Associazioni, storie e competenze diverse lavoreranno insieme per promuovere la cultura di impresa tra i giovani genovesi.

CONDIVIDI