Revenge porn a Salerno: tappezza le strade del paese con le foto della fidanzata tredicenne

Salerno – La Polizia postale di Salerno, su richiesta del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Salerno, ha disposto la misura coercitiva del “collocamento in comunità” nei confronti di un diciassettenne per un episodio di revenge porn.

Il diciassettenne  per gelosia, motivazione per noi totalmente irrilevante, con il chiaro intento di umiliare e  la ex fidanzata tredicenne, ha tappezzato le strade del paese in cui la minore risiede con manifesti riproducenti l’immagine della ragazza, colta in una posa sessualmente esplicita, corredata da un’offerta di prestazioni sessuali a pagamento.

Il provvedimento cautelare, è scattato in seguito al sequestro del materiale pedopornografico rinvenuto nell’abitazione del giovane.
Il crimine del diciassettenne  rappresenta una tipica forma di vendetta maschile, che, attraverso la pubblicazione di foto intime della ex partner, vorrebbe riaffermare la propria presunta “superiorità” di genere.

Denunciare subito

Rimane, in ogni caso, di estrema importanza denunciare immediatamente alla Polizia quanto subìto poiché solo un intervento tempestivo può evitare l’ulteriore divulgazione delle foto o del video. Proprio per garantire un efficace intervento, all’interno della Polizia Postale operano squadre di poliziotti specializzati nel contrasto di questi fenomeni, esperti soprattutto nell’ambito delle piattaforme di social network e messaggistica.

 

 

CONDIVIDI