Covid-19, ci saranno le riserve per non sprecare i vaccini

I vaccini verranno somministrati su chiamata delle Asl in base a liste che indicheranno categorie o fasce specifiche di cittadini

Familiari di disabili o persone che li assistono. Nell’ordinanza del Commissario all’emergenza Paolo Figliuolo sarebbero queste le categorie a beneficiare dei vaccini che rischiano di andare sprecati. Sarà su chiamata delle ASL in base alle liste di riserva che verrano compilate dalle Regioni.

L’ordinanza: dosi residue a soggetti disponibili

“Bisogna utilizzare il buonsenso: se ci sono le classi prioritarie che possono utilizzarlo bene, altrimenti si va su classi vicine o sennò su chiunque passa va vaccinato; questo bisogna fare”. Così il Commissario Figliuolo che ha nei suoi programmi di far decollare le vaccinazioni nel mese di aprile. Fino a 500 mila vaccinati in attesa che domani si sappia la valutazione scientifica sul vaccino AstraZeneca dopo alcuni “eventi di coaugulazione del sangue dopo la somministrazione del farmaco”.

Vaccinare 19 milioni di persone entro l’inizio dell’estate

Dopo le iniezioni ai 4,4 milioni di over 80, tutt’ora in corso, si procede con gli over 70 e contemporaneamente con le persone ultravulnerabili, i disabili e i loro familiari e chi si occupa della loro assistenza. Considerando anche gli over 55 il programma prevede la vaccinazione di 19 milioni di persone entro l’inizio dell’estate.

La Lombardia si è già mossa

Alcune regioni si sono attivate per le liste di riserva. La Lombardia è una di queste. I vaccini non saranno sprecati, ma il Direttore generale del Welfar lombardo, Giovanni Pavesi, ha dichiarato che non saranno accettate autocandiature. Per evitare assembramenti

CONDIVIDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: