Covid, gli USA stoppano il vaccino Johnson & Johnson: che succederà in Italia?

La sospensione è arrivata dopo alcuni casi di trombosi in donne tra 18 e 48 anni. Per ora le dosi arrivate nel nostro Paese restano bloccate a Pratica di Mare

Le autorità sanitarie Usa sospendono l’uso del vaccino monodose J&J dopo alcuni casi di reazioni avverse gravi. L’azienda rimanda così il commercio in Europa del siero e le dosi già arrivate in Italia restano per ora ferme a Pratica di Mare, l’aeroporto militare alle porte di Roma dove si trova l’hub nazionale dei vaccini anti-Covid.
Si rischiano dunque 
nuovi ritardi per la campagna vaccinale italiana, anche per l’effetto psicosi che si è creato tra chi deve ancora vaccinarsi.
Secondo le agenzie, l’Aifa sarebbe orientata verso la somministrazione del J&J alla popolazione over 60. Così il Direttore generale, Nicola Margini: “I dati parlano di rarissimi eventi, 6 casi su 7 milioni di vaccini, non modifica il rapporto beneficio rischio di questo farmaco è una pausa di grande cautela, forse eccessiva in fase pandemica”.
Tutto questo mentre l’Europa ha deciso che per il 2022 non rinnoverà i contratti AstraZeneca e Johnson&Johnson. 

In copertina una foto d’archivio dell’hub di Pratica di Mare

CONDIVIDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: