Autostrade: da giugno sostituzione delle barriere fonoassorbenti. 4 anni per finire i lavori

Viadotti a parte, gallerie a parte, erano inadeguate anche le barriere fonoassorbenti. 4 anni per finire lavori che non sarebbero neanche dovuti iniziare.

Genova –  A giugno Società Autostrade avvierà le operazioni di sostituzione delle barriere fonoassorbenti lungo alcune tratte ‘pilota’, tra le più sensibili sul fronte del disagio dal punto di vista sonoro, in particolare sulla tratta cittadina della A7, tra l’innesto della A10 e quello della A12. Si tratta di circa 2 chilometri di autostrada, in entrambe le direzioni. Gli addetti eseguiranno le operazioni  esclusivamente in orario notturno per limitare i disagi allo spostamento dei cittadini.

Lavori che dureranno 4 anni

Le operazioni che riguardano le altre tratte partiranno dalla metà di settembre, assieme al resto della programmazione sui cantieri. Nel complesso, sull’intera rete ligure, sono 35 i chilometri di tratta su cui sono previsti interventi sulle barriere fonoassorbenti.

Lavori solo in orario notturno

“La nostra esigenza primaria – dichiara Giampedrone – era ed è quella, più volte ribadita, di alleggerire il più possibile la viabilità autostradale nei mesi estivi. Periodo in cui si spera che il pese possa ripartire. I lavori avranno una durata complessiva programmata di 4 anni.  Si tratta di interventi particolarmente attesi dai cittadini, e avviarli per il momento in orario notturno riuscirà a tenere assieme le due esigenze prioritarie di avere autostrade alleggeriti dai cantieri impattanti durante il giorno e intervenire sul fronte del rumore”.

Esenzione dal pedaggio nel tratto Ronco Scrivia – Busalla

Inoltre, da lunedì 19 aprile compreso, verrà attivato l’esenzione dal pedaggio nel tratto Ronco Scrivia- Busalla in entrambe le direzioni fino al completamento dei lavori e quindi alla riapertura a doppio senso della statale 35 dei Giovi.

CONDIVIDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: